L'angelus del Papa a Plovdiv

 

Plovdiv - Piazza Centrale
Domenica 26 maggio 2002 

Carissimi Fratelli e Sorelle!

1. Al termine della nostra celebrazione, ci rivolgiamo alla Madre del Signore, la Tuttasanta, presente in mezzo a noi nell'amata raffigurazione della Santa Icona di Backovo. 

Insieme con voi mi reco in ideale pellegrinaggio a quel Monastero e ai numerosi Santuari a Lei dedicati che punteggiano la vostra terra, e le ripeto il saluto dell'Angelo: "Ave, piena di grazia!" (Lc 1, 28). 

2. Umile ancella del Padre, sposa fedele dello Spirito, Madre purissima del Figlio fatto uomo, Maria rifulge davanti a noi come modello di vita cristiana. Alla sua scuola si imparano il silenzio, l'ascolto, il servizio, caratteristiche fondamentali della vita del discepolo.

Anche oggi, nel nostro mondo inquieto e spesso smarrito, il silenzio aiuta a fare spazio alla Parola che salva, l'ascolto insegna l'attenzione e la tenerezza, il servizio gratuito e generoso suscita fermenti di vita solidale e fraterna.

3. Con la sua potente intercessione, la Vergine Maria vi faccia riscoprire ogni giorno la vostra dignità di figli di Dio, vi ottenga la disponibilità a compiere la volontà del Padre e ad accogliere i doni dello Spirito, custodisca in voi un cuore limpido e generoso capace di aprirsi alle necessità dei fratelli.

A Lei, Madre di immensa carità, dono prezioso di Cristo crocifisso, chiedo di pregare per voi e per le vostre famiglie, perché si mantenga integra la vostra fede, si rafforzi la vostra speranza, sia credibile ed efficace la vostra carità.

Vegli Maria su questo popolo cristiano che è in Bulgaria, perché sappia seguire il suo Figlio Gesù con coraggio ed impegno, testimoniandolo davanti al mondo con la trasparenza della vita e delle opere!
Dopo l’Angelus:

In lingua francese:

Je salut affectueusement les religieux Augustins de l’Assomption, qui se sont rassemblés ici de différents pays pour célébrer les merveilles accomplies par le Seigneur dans la vie de leurs confrères martyrs, Kamen, Pavel et Josaphat, aujourd’hui proclamés bienheureux.
Dans la fidélité à la devise de votre fondateur, le Père Emmanuel d’Alzon, « Que ton règne vienne ! », soyez intrépides et généreux dans la mission d’annoncer la Bonne Nouvelle du salut! Je vous bénis tous de grand cœur, sans oublier les religieuses des Congregations de la Famille de l’Assomption et tous ceux qui vous accompagnent.

[Saluto con affetto i Sacerdoti Agostiniani dell'Assunzione, qui convenuti da diversi Paesi per celebrare le meraviglie operate dal Signore nella vita dei loro Confratelli martiri Kamen, Pavel e Josaphat, oggi proclamati Beati.
Fedeli al motto del vostro Fondatore Padre Emmanuel d'Alzon "Venga il tuo Regno!", siate intrepidi e generosi nella missione di annunciare a tutti la Buona Novella della salvezza. Benedico di cuore tutti voi, ricordando anche le religiose della Congregazione della Famiglia dell'Assunzione e tutti coloro che oggi vi accompagnano.]



                                                                 HOME