Incontro dei giovani cattolici a Plovdiv

 

Il 24 novembre, un bel sabato soleggiato, noi giovani delle parrocchie di Kulen e di Plovdiv ci siamo ritrovati presso la comunità delle suore Oblate di Plovdiv. Lo scopo era quello di trascorrere una giornata insieme nella preghiera e anche nel divertimento. Prima di tutto dovevamo fare conoscenza tra noi, perché c’erano alcuni che si vedevano per la prima volta. È sempre incoraggiante vedere volti nuovi tra i giovani delle nostre parrocchie, soprattutto per noi giovani più grandi.

E’ seguita poi una discussione animata dal P. Daniel Gillier avente per tema: “come formare una famiglia cristiana”.

Questo tema è stato scelto in concomitanza con la giornata della famiglia cristiana che si celebra nel giorno della Presentazione della vergine Maria al tempio, il 21 novembre, che è anche il giorno dei natali al cielo del P. d’Alzon fondatore delle due famiglie dell’Assunzione: Oblate e padri Assunzionisti.

Ognuno di noi è stato invitato a scrivere tre parole che esprimessero, secondo lui, le basi per costruire una famiglia solida. Le risposte sono state molto varie, ma dominavano soprattutto le parole Amore, Fiducia e Perdono.

Parole che per me, sono indispensabili per fondare una famiglia salda.

Certamente l’amore, che non è da confondere con la passione, ma inteso come vero amore, quello col quale Nostro Signore ci ha amati.

È evidente che per noi giovani è difficile arrivare a vivere un amore capace di amare i nostri nemici e questo non si può raggiungere che attraverso la preghiera.

Dopo questa discussione molto utile e interessante, si è celebrata una messa molto intensa per partecipazione, nella cappella delle suore. Una liturgia pensata ed animata in special modo per questa occasione.

Dopo il “cibo spirituale”, era importante anche ristorarci materialmente.

Dalle suore Oblate, i pasti sono sempre deliziosi e conviviali. Al di là dei differenti piatti di portata,la sorpresa è stata quella di trovare accanto ai nostri posti a sedere, una piccola immagine del P. d’Alzon .

È grazie anche a lui se in questo sabato è stato possibile per noi giovani, incontrarci.
Come di regola dalle suore, dopo il pasto si condivide lo sparecchio ed il lavaggio piatti.

Per me che ho vissuto per un po’ in comunità con le suore, questo tempo è sempre stato una bella occasione di condivisione.

Lo diventa ancor di più quando ci si ritrova insieme una quindicina di giovani come in questa occasione.
Il primo pomeriggio è stato consacrato alla visione del film: “La vita bella”. Un film che attraverso il sorriso, ma anche il dramma mostrava l’immenso amore dei genitori per i figli, come pure la forza della fede e della speranza.

Questa bella e divertente giornata non poteva finire che con un’adorazione e l’espressione della nostra riconoscenza verso Dio per quello che siamo, per la vita ricevuta, per i momenti piacevoli trascorsi insieme.
Durante il tempo di adorazione ognuno di noi ha ricevuto una parola del vangelo sulla quale era invitato a riflettere.
Abbiamo terminato il nostro incontro con un canto di unità, ripromettendoci di incontrarci tutti di nuovo insieme nel nome del Signore, che è sicuramente l’invitato speciale, il mese di gennaio.

Ringrazio cordialmente le suore Oblate ed i Padri Assunzionisti per la loro accoglienza calorosa ed in modo speciale ringrazio il P. Emmanuele d’Alzon, per la sua decisione di inviare i suoi figli e le sue figlie a fondare la “missione d’Oriente”.
Cari padri e suore, che Dio vi benedica!

Rositza

HOME